Nuroa-consigli-vizi-occulti

Vizi in una casa di seconda mano. Quando e come reclamare?

Comprare una casa di seconda mano è una delle opzioni più semplici in un periodo di crisi economica. Ad ogni modo, una casa che è già stata abitata da altri può presentare danni o vizi occulti che rischiano di rivelarsi solo in seguito all’acquisto. Per questo motivo Nuroa ha deciso di spiegarti come reclamare se scopri vizi o danni dall’interno della casa che hai appena comprato.

In quali casi posso reclamare?

Il compratore può reclamare per vie legali solo per i danni occulti di cui non aveva conoscenza al momento dell’acquisto, e che non avrebbe potuto rilevare utilizzando l’ordinaria diligenza. Inoltre, i vizi devono essere giuridicamente rilevanti, quindi sufficienti a rendere l’immobile non idoneo all’uso a cui è destinato o tali da diminuirne il valore (art. 1490 c.c.).

Quanto tempo ho per reclamare?

L’artt. 1495 c.c. dichiara che il compratore, se intende far dichiarare la garanzia a carico del venditore per i vizi strutturali, ha l’obbligo di denunciare l’esistenza dei vizi entro otto giorni dalla loro scoperta.

Cosa posso chiedere?

Una volta che la presenza dei danni è stata confermata, il compratore ha due possibilità:

  • risoluzione del contratto: con un rimborso per il prezzo di vendita e per le spese strettamente connesse alla vendita da parte del venditore, ma con l’obbligo di restituire il bene;
  • riduzione del prezzo di vendita: il venditore deve risarcire al compratore i danni derivati dai vizi della cosa e anche il danno subito dal medesimo, a meno che non dimostri di avere ignorato senza colpa i vizi della cosa (cfr. art 1494 c.c.).