nuroa-soluzioni-rumori-condominio

5 soluzioni ai rumori più comuni in un condominio

I rumori provenienti da vicini poco rispettosi, installazioni difettose o vizi dell’immobile continuano a essere una delle maggiori cause di conflitto tra gli abitanti di un condominio. Per questo motivo, Nuroa ha elaborato una guida pratica per chiarire i principali dubbi riguardanti questo argomento.

Il vicino pianista

Il vicino di casa suona il piano a diverse ore del giorno rendendo difficile la vita agli altri condomini. La prima cosa da fare in questo caso è intraprendere la via del dialogo per cercare di risolvere il problema in modo pacifico. Se non dovesse funzionare, ci si deve rivolgere all’aministratore di condominio affinché richieda un’assemblea straordinaria per presentare il problema. Se ciò non fosse ancora sufficiente, ci si può liberamente rivolgere alla legge: l’articolo 659 del codice penale afferma che chiunque disturbi le occupazioni o il riposo delle persone con schiamazzi o rumori forti può essere punito con ammenda o arresto.

Porte del garage rotte

Le porte del parcheggio condominiale sono rotte e producono un rumore molto fastidioso. Ma chi se ne deve occupare? Gli interventi di manutenzione straordinaria, come in questo caso, sono di competenza dell’assemblea condominiale. Il condomino che viene infastidito dal rumore deve quindi chiedere la convocazione di un’assemblea, e solo in caso di mancata soluzione al problema puó ricorrere a un’autoritá giudiziaria per ottenere una sentenza che imponga al condominio di effettuare gli interventi necessari.

Cani che abbaiano spesso

È impossibile impedire a un cane di abbaiare, ma il padrone deve fare di tutto per evitare che ciò non avvenga durante le ore di riposo. Per valutare se sussiste il reato di disturbo del riposo è prima necessario deterinare che il rumore provocato dagli animali sia davvero tale da disturbare la quiete pubblica, e non solo la tranquillità di una o più specifiche persone. In questo caso si passa da illecito civile (per le immissioni rumorose, con conseguente risarcimento del danno) a illecito penale (disturbo del riposo e della quiete, con relativa pena) solo dopo aver considerato quante persone (poche in caso di illecito civile) sono state infastidite dagli animali.

Inquilini che fanno festa fino a tarda notte

Gli inquilini di un appartamento vicino organizzano feste anche durante la settimana ed è impossibile riposare a causa del rumore. Secondo la legge, quando si tratta di un immobile locato, la responsabilità è del proprietario solo se egli ha preso parte alle azioni di disturbo. Non si considera responsabile se invece ha omesso di rivolgere al conduttore una formale diffida ad adottare comportamenti non dannosi nei confronti di terzi. Infatti, il proprietario non ha alcun obbligo di sorveglianza sulla condotta del conduttore. Se l’inquilino continua a non rispettare le regole condominiali, il proprietario può decidere di interrompere il contratto.

Ascensore molto rumoroso

Se l’ascensore è così rumoroso da superare la soglia della tollerabilità, il condominio, in seguito a una perizia fonometrica eseguita dalla Asl o da un laboratorio specializzato, può essere obbligato a effettuare gli interventi tecnici necessari per evitare le emissioni di rumore, suddividendo la spesa tra i vari condomini. Se il condominio, pur sollecitato a intervenire, non provvede, è possibile chiedere al giudice un risarcimento.