nuroa-coppia-compra-casa

Coppie sposate comprano casa. Cosa sapere prima di firmare

Comprare una casa con il proprio partner è un grande passo che potrebbe far nascere alcune insicurezze. È molto importante non avere dubbi o incertezze prima di firmare il contratto di compravendita, soprattutto per tutelarsi nello sfortunato caso di una separazione. Ecco alcuni degli aspetti più importanti da conoscere:

Mutuo cointestato

Quando la coppia acquista un immobile e decide di aprire un mutuo cointestato, le rate di quest’ultimo gravano su entrambi i contraenti che diventano così sia mutuatari, sia datori di ipoteca. Ad ogni modo, per la banca non è necessario sapere chi dei due paga e a quale titolo. Nel caso di mancato pagamento di una o più rate invece, la banca può rivalersi indifferentemente su uno o sull’altro coniuge sia se entrambi beneficiano di un reddito, sia che sia solo uno dei due ad avere entrate fisse.

Genitori dei coniugi come garanti

Quando si decide di aprire un mutuo si ha bisogno della firma di un fideiussore, chiamato comunemente “garante”. Egli garantirà alla banca la propria disponibilità ad anticipare i pagamenti del mutuatario nel caso in cui quest’ultimo avesse difficoltà a pagare le rate mensili. Molto frequentemente sono i genitori di uno dei due coniugi a fare da garanti. L’unico problema riguarda l’età che questi ultimi avranno alla fine del mutuo: infatti, le banche considerano poco utile la fideiussione prestata da coloro che alla fine dell’ammortamento avranno superato i 75 anni.

In caso di separazione

Nel caso di una separazione l’opzione più comune è quella che i due partner si accordino su un prezzo, e che colui che vuole restare nella casa paghi all’altro la quantità di denaro stabilita. Se non non viene trovato un accordo, si dovrà ricorrere a una transazione e vendere l’abitazione all’asta. La questione può complicarsi ancora di più se la coppia ha figli: in questo caso, il partner a cui verrà assegnata la custodia può restare nella casa fino alla maggiore età dei figli, indipendentemente dal fatto che l’abitazione risulti di sua proprietà o no.

Nessuno è interessato all’abitazione

Un’altra possibilità in caso di separazione è quella che nessuno dei due partner sia interessato alla casa o non possa far fronte al mutuo da solo. In questo caso l’opzione migliore resta quella di mettere in vendita la casa ed estinguere il mutuo con i guadagni ricavati.