nuroa-contratto-affitto

5 mosse importanti prima di firmare il contratto d’affitto

Quando finalmente si trova la casa dei propri sogni firmare il contratto d’affitto diventa l’unica priorità. Prima di firmare un contratto d’affitto a cui resterai legato per molto tempo, assicurati di aver fatto prima queste 5 cose.

Leggi attentamente l’intero contratto

Spesso i problemi durante la locazione sorgono proprio perché gli inquilini non hanno letto con attenzione il contratto d’affitto prima di firmarlo. È quindi importante leggere molto bene il contratto, assicurarsi che non vi siano clausole vessatorie e che tutte le normative vengano rispettate. Se si ha bisogno di supporto, ci si può rivolgere a un sindacato degli inquilini che garantisce aiuto per ogni aspetto della locazione.

Fiducia reciproca

La relazione tra proprietario e inquilino può avere successo soprattutto se inizia con il piede giusto. Per fare una buona impressione il giorno della visita presentati nel modo migliore, sii educato e professionale come se si trattasse di un colloquio di lavoro. Ricordati che tra locatore e conduttore dovrà instaurarsi una relazione di fiducia reciproca: il proprietario lascia la sua proprietà nelle tue mani ma allo stesso tempo deve offrirti un ambiente sicuro e salubre. Non aver paura di fare domande o chiedere riparazioni: se però non ti vengono fornite risposte adeguate o non vengono incluse le riparazioni richieste nel contratto, potrebbe essere un segnale di problemi futuri.

Chiedere quali modifiche sono possibili

Molti contratti permettono all’inquilino di apportare modifiche alla struttura dell’immobile durante la locazione, ma è sempre preferibile chiedere al proprietario di casa che specifichi sul contratto sono permesse e quali no. Se consideri che alcuni aspetti dell’immobile potrebbero compromettere la sicurezza o l’integrità dell’intera struttura, chiedi al proprietario una dichiarazione scritta in cui ti da il permesso per fare le modifiche necessarie.

Verifica l’efficienza energetica

Controlla la qualità degli elettrodomestici e il loro livello di efficienza energetica: non è un problema se non tutti apartengono alla classe A, ma se vi appartenessero le spese energetiche sarebbero sicuramente inferiori. Inoltre, chiedi al padrone di casa se l’edificio è stato debitamente isolato, quali siano qualità e condizioni di porte e finestre, e richiedi migliorie se pensi che queste siano necessarie.

Prepara tutti i documenti

Tutti i documenti necessari per firmare il contratto d’affitto devono essere pronti già al momento di visitare la casa, poiché è possibile che ci siano altri interessati ed è opportuno batterli sul tempo. La velocità è quindi sostanziale, e se tutti i documenti sono pronti, potrai allegarli all’offerta per la locazione assicurandoti il posto di inquilino. I documenti necessari per firmare un contratto d’affitto sono:

  • Una copia della carta di identità e del codice fiscale, in corso di validità;
  • Una copia delle due ultime buste paga e una copia del CUD (Certificato Unico Dipendente);
  • Una copia della carta di identità e del codice fiscale, in corso di validità, di eventuali conviventi.