• ViolaJuly 21, 2016

    7 buoni motivi per vivere nella provincia di Verona

    Verona è una cittá incantevole, conosciuta in tutto il mondo per la tragica storia d’amore di Romeo e Giulietta e per uno dei piú importanti monumenti italiani, l’Arena. Quello di cui ci si dimentica peró, è che intorno alla cittá si estende una bellissima provincia tutta da scoprire.

    La Ciclopista del Sole

    È un percorso ciclabile che percorre l’Italia dal Brennero alle isole, e che passa proprio dalla Valle dell’Adige, nel veronese, collegando l’Italia alla rete ciclabile Europea.

    ciclopista-del-sole-provincia-verona

    Il vino Valpolicella

    Valpolicella è una località nella provincia di Verona molto nota per la produzione dell’omonimo vino rosso, che proprio qui viene raccolto e vendemmiato.

    valpolicella-provincia-verona

    La buona cucina

    Bigoli al ragù d’asino, patisada del caval, polenta con stufato all’amarone, pappardelle al ragù d’anatra… Per gli amanti del buon cibo la provincia di verona è una festa del gusto!

    bigoli-cibo-provincia-verona

    Le ville e palazzi palladiani

    Lo straordinario architetto Andrea Palladio ha lasciato qui alcune tracce della sua arte; si possono infatti ammirare nella campagna veronese eleganti ville circondate da giardini ed enormi parchi che ripropongo i motivi della classicità.

    ville-palladiane-provincia-verona

    Il parco Natura Viva

    Il parco zoologico Natura Viva si trova a Bussolengo ed è un importante centro di tutela per le specie a rischio; ha inoltre un ruolo attivo per la conservazione della biodiversitá.

    natura-viva-parco-verona

    Le case hanno prezzi economici

    Secondo la sezione tendenze di Nuroa, comprando casa in un comune nella provincia di Verona, si potrà godere di un  rismparmio dell’ 8,74% rispetto ad acquistarla nel centro della cittá. 

    acquistare-casa-provincia-verona

    Un ottimo servizio di trasporti

    Grazie all’aereporto e alle linee di Trenitalia, se si abita nella provincia di Verona è facile raggiungere le principali cittá circostanti, come Venezia o Milano, ma anche molte destinazioni europee.

    aeroporto-verona-italia

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 20, 2016

    5 trucchi per decorare la tua casa in affitto senza spendere troppo

    Un appartamento in affitto potrebbe non restare la tua dimora per tempi molto lunghi, ma vorresti comunque dargli un tocco personale. C’è solo bisogno di contenere le spese e investire in elementi che potrai portare con te quando cambierai casa. Nuroa ha pensato ad alcuni consigli per decorare la tua casa in affitto in modo economico.

    Passa una mano di vernice

    Dipingere le pareti può essere un modo economico per personalizzare qualsiasi angolo della casa; gioca con i colori e le sfumature per dare all’appartamento l’aspetto che preferisci. Inoltre, poiché è un’operazione che puoi fare senza ricorrere a un professionista, le spese non saranno elevate.

    vernice-decorare-casa-in-affitto

    Usa vinili decorativi o murales adesivi

    Un altro modo per personalizzare l’appartamento in affitto è quello di utilizzare vinili decorativi o murales adesivi per le pareti. I primi hanno forme e figure differenti e possono essere incollati su qualsiasi parete della casa. I murales invece sono costituiti da una lamina adesiva che riproduce un paesaggio o una foto e occupano tutta la parete. Queste decorazioni non lasciano segni quando vengono tolte e in alcuni casi si possono addirittura riutilizzare.

    vinile-decorativo-casa-in-affitto

    vinile-decorativo-casa-in-affitto-mandala

    Decora con pellicole adesive

    Le pellicole adesive si applicano su qualsiasi superficie, come ad esempio sugli elettrodomestici o sulle mattonelle della cucina o del bagno. La spesa è minima e il risultato sarà ottimo.

    lamina-pellicola-adesiva-decorare-casa-in-affitto

    Compra mobili che puoi trasportare facilmente

    Scegli mobili versatili e con colori neutri, così sarà poi più facile inserirli in un ambiente differente. Un tavolino da caffè o un pouf per il soggiorno, sono elementi che non dovrai trasportare con troppa fatica e che hanno un costo moderato; daranno un’atmosfera diversa al tuo appartamento in affitto e potrai portarli con te durante il trasferimento.

    pouf-decorare-casa-in-affitto

    tavolino-da-caffè-decorare-casa-in-affitto

    Tende e tessuti per una casa accogliente

    Coperte, cuscini, tende e tappeti possono dare facilmente calore all’appartamento e creare un’atmosfera diversa e accogliente con una spesa ridotta.

    tappeto-decorare-casa-in-affitto

    tende-decorare-casa-in-affitto

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 19, 2016

    3 trucchi per proteggere la casa dal calore evitando costose spese extra

    Come possiamo diminuire gli effetti negativi del calore nelle nostre case? Nuroa ha pensato ad alcuni semplici trucchi per poter risparmiare sia sulla bollette dell’elettricità sia sulle riparazioni necessarie a causa del calore.

    1. Controfinestre o finestre con rottura del ponte termico

    Uno dei materiali che rischia di dilatarsi di più a causa del calore è il PVC, che a lungo andare può cambiare la propria forma e peggiorare il proprio funzionamento. L’aluminio invece non perde la propria forma originale, ma trasmette il calore. Per questo motivo, uno dei modi per evitare la diffusione del calore e risparmiare è quello di installare finestre con rottura del ponte termico, con un meccanismo specifico che impedisce la trasmissione del calore. Inoltre, si consiglia di installare anche controfinestre (che isolano anche in inverno) con aggiunta di persiane.

    rottura-ponte-termico-finestra

    2. Vernice con protezione dai raggi UVA

    Le pareti esterne e il tetto sono le zone della casa più colpite dai raggi solari e a causa del calore si verificano dilatazioni e contrazioni che possono creare crepe. Inoltre la vernice può deteriorarsi a causa dei raggi ultravioletti del sole, dando alle pareti un aspetto scolorito. Il consiglio è quello di ritinteggiare le pareti esterne e interne ogni tre anni, scegliendo una vernice che contenga una protezione contro i raggi ultravioletti.

    vernice-protezione-UV

    3. Buona climatizzazione per gli elettrodomestici

    Anche se gli elettrodomestici vengono progettati per resistere alle alte temperature, alcuni dei componenti metallici potrebbero dilatarsi se esposti a un calore eccessivo. Per questo la cosa più appropriata da fare è mantenere la zona in cui si trovano ben climatizzata.

    elettrodomestici-calore-climatizzati

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 18, 2016

    7 tipi di letti sospesi per una stanza da letto unica

    Il letto sospeso è un’idea originale per rendere la propria stanza da letto unica e creativa. Può essere di vari tipi, forme e materiali. Per tutti coloro che se la sentono di osare, ecco alcune idee!

    1. Letto sospeso con base di pancali di legno

    I pancali di legno sono facili da trovare e riutilizzare. In questo caso la base è sostenuta da quattro corde resistenti ben fissate al soffitto.

    letto-sospeso-pancali di legno

    2. Letti sospesi per bambini

    Se le corde o i cavi di acciaio non vi sembrano molto resistenti perchè il letto oscilla e preferite invece che resti fisso, si possono usare tubi per sostenere la base: essendo rigidi danno al letto un appoggio solido che non lo fa oscillare.

    letto-sospeso-tubi

    3. Letto sospeso sorretto da cavi di acciaio

    Se ciò che si cerca è una linea più moderna, possiamo fissare la base del nostro letto al soffitto con cavi di acciaio che daranno alla nostra stanza un aspetto meno “rustico”.

    letto-sospeso-cavi-acciaio

    4. Letto appeso ai travi di legno

    Se si è così fortunati da avere travi di legno a vista in casa, il letto potrebbe essere appeso proprio ai travi senza troppa fatica e in modo originale.

    letto-sospeso-travi-legno

    5. Letto sospeso con tronchi e corde

    Con dei tronchi d’albero di dimensioni medie è possibile creare una base solida sulla quale appoggiare il materasso e appendere il letto al soffitto per un’atmosfera “naturale”.

    letto-sospeso-tronchi

    6. Letto sospeso rotondo

    Per questo letto serve una base circolare sulla quale appoggiare il materasso e grazie alle corde presenti su tutto il perimetro del letto sará possibile appenderlo in un unico punto del soffitto in modo relativamente facile.

    letto-sospeso-rotondo

    7. Letto normale sospeso

    Come abbiamo visto fino ad ora, sembra che i letti sospesi abbiano bisogno di una base “speciale”, ma non è sempre così: bastano solo 4 corde ben resistenti per sollevare il proprio letto normale e farlo diventare un letto sospeso.

    letto-sospeso-base-normale.jpg

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 15, 2016

    Le 5 città spagnole meta degli erasmus italiani: Barcellona

    All’ultimo posto della classifica, dopo Valencia, troviamo Barcellona, una delle città più dinamiche e cosmopolite d’Europa.

    Per tutti gli erasmus in partenza che stanno cercando casa, la sezione stanze di Nuroa può essere molto utile per trovare esattamente ciò che si cerca.

    panorama-barcellona-erasmus-italiani

    Barcellona è la capitale della Comunità Autonoma della Catalogna. Ecco 5 dei suoi aspetti principali.

    1. Clima mite tutto l’anno

    Barcellona ha un clima che durante tutto l’anno non presenta grandi variazioni climatiche, il sole splende praticamente sempre anche d’inverno. La temperatura media annuale è di 16 gradi e grazie a questo clima la primavera e l’autunno sono miti e molto piacevoli, dando la possibilità a tutti di godersi le spiagge cittadine per un periodo molto lungo.

    acrdetriomf-barcellona-erasmus-italiani

    2. Infinite spiagge urbane

    Senza dubbio, la spiaggia e la presenza del mare sono fattori molto importanti in una grande città. Da San Sebastià fino al Fórum, le spiagge di Barcellona si estendono per 4 km e sono ad accesso assolutamente libero, con tutti i servizi di cui si possa avere bisogno e un’atmosfera unica.

    bacellona-erasmus-italiani-spiagge

    3. Gastronomia e mercati tipici

    Allontanandosi dalle aree più turistiche, Barcellona offre un’ampia offerta di ristoranti in cui assaggiare cibo autentico; a questi si sommano poi i suoi incantevoli mercati che permettono di comprare prodotti freschi di diversa provenienza tutto l’anno. Ci sono più di 10 mercati sparsi per il centro della città che si caratterizzano per la grande varietà di cibo, e in molti casi per le particolari caratteristiche architettoniche. Così, mercati come La Boqueria o Santa Caterina sono stati battezzati come le Cattedrali del Cibo, mentre altri come il Mercat Galvany sono un chiaro esempio di modernismo, lo stile architettonico che ha dato fama mondiale alla città.

    boqueria-barcelona-erasmus-italiani

    4. Intensa vita culturale

    Barcellona è una città viva, con un’interesantissima programmazione culturale e un’ampia offerta di attività di svago. Con i suoi musei, i concerti, i teatri e la musica, il patrimonio culturale e artistico della “ciudad condal” è vastissimo e appassionante. Non ci sarà tempo per annoiarsi!

    palau-musica-catalana-barcellona-erasmus

    5. Ottima comunicazione in ogni zona della città

    A Barcellona ci si può spostare ovunque con i trasporti pubblici in modo veloce e comodo. La rete della metropolitana copre un’area di più di 119 km e raggiunge ogni quartiere della città. Sono presenti inoltre 100 linee di autobus urbani, una linea ferroviaria urbana ed extraurbana, due linee di tram e il servizio pubblico di biciclette in affitto.

    trasporti-barcellona-erasmus

    © Pinterest, Pixabay

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 14, 2016

    3 idee per decorare la casa con la Chalk Paint

    nuroa-annie-sloan-chalk-paintLa Chalk Paint è una pittura a base di gesso inventata dalla decoratrice inglese Annie Sloan che non trovando una pittura che potesse soddisfare le sue esigenze di finitura e aggrappo alla superficie, ne ha inventata una e l’ha commercializzata. La chalk paint puó essere utilizzata per dipingere mobili, abat-jour o qualsiasi altro oggetto poiché i suoi toni pastello sono perfetti per qualsiasi stile  decorativo. Se anche tu vuoi decorare la tua casa con la chalk paint, ecco tre idee su come usarla nel modo migliore.

    1. Personalizza oggetti decorativi

    La chalk paint può essere usata direttamente su ogni superficie poiché non c’è bisogno di carteggiare la base e di usare il primer per farla aggrappare meglio. La vernice è diponibile sia in spray sia liquida e aiutandoti con figure per stencil potrai decorare i tuoi oggetti con colori e disegni diversi. Se è la tua prima esperienza con la chalk paint è consigliato fare prima qualche prova con lo spray e passare in seguito alla pittura liquida.

    Nuroa-blog-decorare-con-chalk-paint-secchio

    2. Cambia lo stile di un vecchio mobile

    Non buttare i vecchi mobili passati di moda! La chalk paint è perfetta per decorarli, dato che può essere applicata direttamente su ogni superficie. Potrai dare al tuo mobilio uno stile molto attuale rinnovandolo in modo facile e veloce. Inoltre, si possono creare anche diversi effetti grazie a prodotti speciali creati apposta per essere utilizzati sulla chalk paint. Dando un tocco color pastello ai tuoi mobili otterrai uno stile totalmente nuovo e alla moda per il tuo soggiorno o la camera da letto.

    mobili-chalk-paint

    rinnovare-mobili-chalk-paint

    3. Rinnova la cucina in modo economico

    Se vuoi cambiare l’aspetto della tua cucina ma non hai un budget sufficiente per comprarne una completamente nuova, la chalk paint può dimostrarsi una valida alleata. Con un po’ di tempo e pazienza potrai dare a questa parte della casa un aspetto totalmente diverso grazie al giusto mix tra fantasia e manualità.

    cucina-decorata-chalk-paint

    cucina-rinnovare-chalk-paint

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 12, 2016

    Nel primo semestre 2016 crescono le domande per mutui e surroghe

    mutuo-primo-semestre-2016

    Secondo il Barometro Crif da gennaio a giugno 2016 è stata registrata una crescita del 14,6% della richiesta di mutui e surroghe (portabilità di un mutuo da una banca all’altra) per l’acquisto di una casa.

    Un confronto tra il primo semestre del 2016 e il primo semestre del 2015 permette di essere ottimisti: i dati relativi all’importo medio richiesto per un mutuo dimostrano un aumento del 0,5%, ovvero l’importo medio richiesto di 122.519 euro del 2015 è cresciuto fino a 122.992 euro nel 2016.

    Nella prima parte del 2016 il 29,4% delle domande di mutuo ha riguardato un importo compreso tra 100.000 e 150.000 euro, mentre il 78,1% delle domande ha riguardato mutui con un importo comunque inferiore a 150.000 euro.

    Per quanto riguarda la durata dei mutui, il 23% dei richiedenti preferisce un mutuo che va dai 16 ai 20 anni, mentre il 20,7% dei mutuatari punta ad un mutuo che duri tra i 21 e i 25 anni e il 20,6% tra i 26 e i 30 anni.

    Per quanto riguarda le fasce d’ètà dei mutuatari, la più estesa (36,1%) è quella che va dai 36 ai 44 anni, mentre la fascia dai 25-34 corrisponde solo al 24,7% del totale.

    © Pixabay

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 11, 2016

    5 scarpiere originali per la tua casa

    La tendenza a non usare le scarpe dentro casa si sta diffondendo sempre di più: è sia una pratica del Feng Shui, ma anche un ottima soluzione affinché la propria dimora sia più pulita e in ordine. Semplicemente mettendo una scarpiera nell’ingresso di casa sarà possibile creare ordine senza occupare spazio e allo stesso tempo dare originalità al vostro arredo. Ecco alcune idee per scarpiere pratiche, originali ed economiche.

    1. Cassette pratiche ed ecologiche

    Possiamo ottenere la nostra scarpiera in modo economico ed ecologico usando delle vecchie cassette in legno pulite e decorate come più ci piace. Posizionandole vicino alla porta daremo agli ospiti la possibilità di lasciare le scarpe appena entrano.

    nuroa-scarpiera-ingresso

    2. Cassetta della frutta riciclata

    Le vecchie cassette della frutta possono essere riutilizzate in molti modi, ad esempio facendole diventare una scarpiera. Con una mano di vernice e un cuscino otterremo una scarpiera con una comoda seduta.

    nuroa-scarpiera-cassetta-legno

    3. Scarpiera salvaspazio nascosta

    Se lo spazio a disposizione è ridotto, possiamo utilizzare la zona sotto le scale per creare una scarpiera nascosta sfruttando così uno spazio che resterebbe inutilizzato.

    nuroa-scarpiera-sotto-scale

    4. Una scarpiera… a scalini!

    Trasformare una scala a pioli in scarpiera è molto semplice, basta collocare tavole di legno tra uno scalino e l’altro ricavando moltissimo spazio per riporre le scarpe.

    nuroa-scala-scarpiera

    5. Riutilizza i cestini dei rifiuti

    Riutilizzando alcuni vecchi cestini per la spazzatura è possibile creare una scarpiera spaziosa in stile moderno. Basta dipingere i cestini con i colori che più preferiamo e unirli con una fascia per non farli rotolare via.

    nuroa-scarpiera-moderna

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 8, 2016

    Le 5 città spagnole meta degli erasmus italiani: Valencia

    Al quarto posto della classifica, dopo Madrid, troviamo proprio Valencia, una città in cui storia e modernità si fondono dando vita ad un’atmosfera incredibile.

    Per tutti gli erasmus in partenza che stanno cercando casa, la sezione stanze di Nuroa può essere molto utile per trovare esattamente ciò che si cerca.

    valencia-erasmus-italiani

    Valencia è la capitale della Comunità Valenciana, ecco 5 dei suoi aspetti principali.

    1. Un ateneo riconosciuto in tutta Europa

    L’ateneo di Valencia gode di un grande prestigio che si rispecchia nei 150.000 studenti iscritti, 5000 dei quali internazionali. Valencia è considerata una calamita per i giovani, non solo per le sue università ma anche per la sua atmosfera dinamica e allegra.

    universida-valencia-erasmus

    2. L’Olivereta, il quartiere più economico e Ruzafa, il più cool

    Se non hai ancora trovato una casa a Valencia, queste informazioni potrebbero interessarti: l’Olivereta, con prezzi che arrivano massimo a 300 euro per una stanza singola è il quartiere più economico, mentre i quartieri di Pla del Real e dell’Eixample sono i più cari. Se invece preferisci vivere in un quartiere di moda, con bar, negozi e un’atmosfera alternativa e spensierata la zona di Ruzafa (che appartiene al quartiere dell’Eixample) fa proprio al caso tuo!

    valencia-ruzafa-erasmus

    3. La patria della paella e dell’horchata

    Valencia vanta un’eccellente tradizione gastronomica, il suo piatto più famoso è certamente la paella. Nonostante esistano polemiche sulle origini di questo piatto, sembra che già nel XV e XVI secolo questo esistesse già nelle zone rurali. Il pranzo della domenica in famiglia o una cena con gli amici prevedono sempre la paella, impossibile non andarne pazzi!

    valencia-paella-erasmus

    La bibita più conosciuta è invece l’horchata, una sorta di latte fresco e dolce ottenuto da un tubero che si chiama chufa. Le migliori vengono servite nel quartiere del Carmen.

    horchata-valencia-erasmus

    4. Natura e spiagge vicine alla città

    A pochi chilometri dal centro cittadino, il Parco Naturale di Albufera è il luogo più indicato per chi vuole perdersi nella natura; si tratta di una laguna costiera di importanza internazionale che presenta una grande biodiversità. Questo parco circonda inoltre varie spiagge che formano circa 15 km di litorale.

    albufera-valencia-erasmus

    Per quanto riguarda le spiagge urbane invece, Playa de las Arenas e la Malvarrosa sono facilmente raggiungibili a piedi o in bicicletta.

    malvarrosa-valencia.erasmus

    5. Architettura antica e moderna

    In questa città si fondono architettura antica e architettura modena dando vita a un panorama unico. La Città delle Arti e della Scienza è uno dei luoghi più simbolici della città che comprende centri di scienza interattivi, di musica e di arte, e l’aquario più grande d’Europa.

    Valencia-artesyciencias-erasmus

    Nel centro storico invece sono presenti molti edifici antichi, alcuni dei quali con più du 2000 anni di storia come il leggendario Mercado Central, la Cattedrale e il Miguelete, la famosa torre campanaria.

    catedral-valencia-erasmus

    © Pinterest, Pixabay

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

  • FabiaJuly 7, 2016

    Willy Wonka per un giorno: trasforma la tua casa nella Fabbrica di Cioccolato

    Il 7 Luglio è la Giornata Mondiale del Cioccolato, e Nuroa ha deciso di celebrarla insieme a voi. Se volete organizzare una festa a tema cioccolato, ecco alcune idee decorative per ricreare una delle fabbriche di dolci più famose e magiche del mondo.

    Un benvenuto dolcissimo

    Una delle parti più importanti da decorare è l’entrata, il luogo in cui diamo il benvenuto ai nostri invitati. Affinché sia un benvenuto dolcissimo, puoi ispirarti ai diversi scenari del film, l’importante è che non manchino mai colori sgargianti accompagnati da dolci, cioccolta e caramelle.

    entrata-willy-wonka-party

    Decora con dolciumi giganti

    Per ricreare il mondo magico e zuccherato di Willy Wonka potremmo appendere al soffitto palloncini colorati che ricordino le caramelle. Inoltre, può essere una buona idea sfruttare lo spazio al massimo creando ad esempio leccalecca e cupcakes giganti con materiali differenti, per immergersi al massimo in questo dolce mondo incantato.

    pareti-willy-wonka-party

    soffitto-pareti-willy-wonka-party

    Una tavola coloratissima

    Per i tavolini si consigliano tovaglie con colori vivaci che riprendano le sfumature colorate del film. Sono immancabili una fontana di cioccolato e montagne di dolci!

    tavolo-willy-wonka-party

    tavola-willy-wonka-party

    Carta da parati da assaggiare

    Come dice Willy Wonka “In questo luogo tutto è commestibile!”, puoi creare la tua carta da parati da assaggiare con pochi ingredienti e in modo semplice. Sarà molto divertente per i bambini poterla provare, ma…. a ognuno la propria!

    carta-da-paraty-wonka

    © Pinterest

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save

    Save